lunedì 21 dicembre 2009

Spegnimi...

Rosa rossa, Salvador Dalì
"...A lungo, i miei sensi erano stati assopiti, tanto che m'ero preoccupata ed avevo addirittura scomodato Afrodite in persona, affinché un barlume di vita si accendesse nel mio ventre oramai insensibile a qualsiasi richiamo: Ti prego mia divina, ascoltami, non è possibile che io sia divenuta insensibile al desiderio e che, anzi, addirittura, io provi una fitta di dolore fisico al solo pensiero di accogliere l'amore in me. Aiutami, ti prego... Trascorse del tempo, poi, una notte, un giovane uomo mi venne in sogno e mi baciò e a quel tocco di labbra io mi sentii pervadere da una scossa d'energia che divampò nel mio ventre: non riuscivo a credervi ma ero ancora capace di provare emozioni, di desiderare e di provare piacere... E così fu anche nella realtà: un estate di fuoco. Ora è inverno, fa freddo ma quel fuoco non si è spento, io lo alimento ogni istante gelosamente ed aspetto di liquefarmi, con TE."